Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca San Rocco / Via Giovanni Gibellini

Case popolari, protesta degli abitanti di san Rocco contro Atc

Venerdì mattina i residenti delle case popolari hanno organizzato una manifestazione contro Atc, che da settembre lascerà la gestione dei condomini. "Abbiamo oltre 300mila euro di buco" dicono i residenti

Numerosi residenti di San Rocco si sono radunati venerdì 17 sotto la sede di Atc, l'Azienda Territoriale della Casa, per protestare.

Il motivo è che da settembre Atc lascerà la gestione dei condomini di via Gibellini, via Unità d'Italia e via Giolitti agli inquilini. L'azienda era stata obbligata nel 2006 a rientrare nella gestione dei palazzi, ma una sentenza della Cassazione ha stabilito che Atc non ne è più responsabile. Sono 392 gli appartamenti interessati per 29 condomini, quasi 2000 residenti.

Quindi da settembre i residenti dovranno nominare degli amministratori privati: il problema è il buco di oltre 300mila euro, denunciato dagli abitanti. Si tratta di soldi che alcuni inquilini non hanno pagato durante la gestione di Atc.

"Abbiamo 181mila euro di insoluti lasciati da Atc di condomini che non hanno pagato le rate e che Atc non ha richiesto - spiega Giuseppe Favatà, presidente dell'associazione Residenza San Rocco - oltre a 120mila euro di riscaldamento non pagato, sempre dagli inquilini. Se non verranno saldate le bollette ad ottobre non avremo il riscaldamento. Chiediamo ad Atc di farsi carico dei debiti che ha lasciato, non possiamo certo pagare noi i loro errori nella gestione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari, protesta degli abitanti di san Rocco contro Atc

NovaraToday è in caricamento