rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca Miasino

Castello di Miasino, l'ex tenuta del boss assegnata alla Regione

L'Agenzia nazionale per i beni sequestrati e confiscati ha confermato la destinazione del Castello di Miasino alla Regione Piemonte. Rossi: "soddisfatto e felice per la notizia"

Il Castello di Miasino è stato assegnato alla Regione Piemonte.

L'Agenzia nazionale per i beni sequestrati e confiscati ha infatti confermato la destinazione del bene all'amministrazione regionale, che ora indirà una manifestazione di interesse pubblica in vista del bando. Intanto, in via transitoria, i Comuni del Novarese collaboreranno per la gestione temporanea in attesa del riutilizzo sociale.

"Sono soddisfatto e felice per la notizia - ha commentato il consigliere regionale novarese Domenico Rossi - considererò però chiusa questa vicenda solo quando il Castello sarà riassegnato socialmente".

Lo sgombero della struttura è avvenuto lo scorso 17 febbraio; il Castello era già stato confiscato alla mafia nel 2009, ma era ancora occupato e gestito da una società riconducibile all'ex titolare del bene, il boss della camorra Pasquale Galasso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castello di Miasino, l'ex tenuta del boss assegnata alla Regione

NovaraToday è in caricamento