Cronaca

Aisla Novara: dal club "Fedelissimi" altri 2mila euro per la ricerca

Il contributo sarà devoluto al Centro d'Ascolto e di Consulenza sulla Sla, attivo in viale Roma 32. Come lo scorso anno, il club novarese ha organizzato una raccolta fondi per Aisla in concomitanza con la cena degli Auguri di Natale tenutasi a Novarello

Continua l’impegno del Club Fedelissimi Novara Calcio in favore dell’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica Onlus, nata nel 1983 con l’obiettivo di fornire tutela, assistenza e cura agli ammalati di Sla e dei loro familiari.

Così come già avvenuto nel 2010, anche nel 2011 i Fedelissimi avevano deciso di avviare una raccolta fondi per Aisla in concomitanza con la cena degli Auguri di Natale tenutasi a Novarello lo scorso 7 dicembre. In quell’occasione, il Novara Calcio aveva messo a disposizione alcuni prodotti
ufficiali autografati che, unitamente a quelli offerti da alcuni sponsor dei Fedelissimi, avevano consentito di dare vita ad un’asta e ad una lotteria benefica.

A premiare i fortunati e generosi vincitori era stato il mister del Novara Attilio Tesser. Nei mesi successivi, il club è riuscito a raccogliere altri fondi, riuscendo ad arrivare ad una donazione di 2mila euro. A consegnarla materialmente al segretario nazionale di Aisla Onlus Gabriella Manera,
è stato il presidente del Club Fedelissimi Novara Calcio Massimo Giordano accompagnato da Giovanni Morani e da una nutrita delegazione
di soci.

"Ringraziamo il Novara Calcio - ha detto Morani - per aver offerto il materiale per l’asta e la lotteria, tutti i Soci che generosamente hanno acquistato i tagliandi e gli sponsor che hanno contribuito ad un importante progetto benefic. Nella nostra mission di tifosi azzurri c’è anche quella di regalare nuove speranze a chi soffre".

"Questi fondi - ha commentato Gabriella Manera - serviranno a far proseguire l’attività del Centro d’Ascolto e di Consulenza sulla Sla presente dal 2003 presso la nostra sede di Novara, in viale Roma 32. Ogni giorno viene offerta a pazienti, familiari e operatori socio-sanitari la consulenza telefonica gratuita di neurologi, pneumologi, fisiatri, fisioterapisti, nutrizionisti, psicologi e medici per favorire l’ottimale gestione della malattia e quindi il  miglioramento della vita delle persone con Sla e delle loro famiglie. Grazie ai Fedelissimi che ci hanno adottato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aisla Novara: dal club "Fedelissimi" altri 2mila euro per la ricerca
NovaraToday è in caricamento