Famiglia intossicata dal monossido di carbonio: in tre ricoverati a Fara

Padre, madre e figlia di 7 anni sono stati ricoverati presso la clinica I Cedri per essere sottoposti a un trattamento in camera iperbarica

Foto di repertorio

Intervento d'emergenza nelle prime ore di oggi, martedì 25 febbraio, alla casa di cura I Cedri di Fara Novarese, dove è stato effettuato un trattamento di ossigeno terapia per tre persone (padre, madre, e figlia di 7 anni), vittime di un'intossicazione accidentale da monossido di carbobio ambiente domestico. Si tratta di una famiglia residente in provincia di Alessandria.

A provocare l'intossicazione, potrebbe essere stato un malfunzionamento di una calderina presente in casa. L'allarme è scattato nella tarda serata di lunedì, quando il padre ha rinvenuto la figlia in stato di incoscienza e ha allertato i soccorsi. Aerato l'ambiente, la piccola ha ripreso conoscenza ed è stata condotta al pronto soccorso per le cure del caso. Dagli accertamenti effettuati in Dea anche il padre e la madre mostravano segni di intossicazione da monossido di carbonio e per tutti è stata posta indicazione a trattamento di ossigeno terapia in regime di emergenza presso il centro iperbarico novarese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, Cirio: "Per l'1 o il 3 dicembre il Piemonte sarà in zona arancione"

  • Coronavirus, da domenica il Piemonte è zona arancione: cosa è consentito fare

  • Novara, aereo vola basso sulla città: ecco il perchè

  • Coronavirus, nuova ordinanza del ministro Speranza: il Piemonte passa in zona arancione

  • Bambino di 4 anni colpito al volto dal calcio di un cavallo

Torna su
NovaraToday è in caricamento