Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Novara, 14enne suicida: per la madre "riaperta ferita mai chiusa"

Ha commentato così, la mamma della giovane Carolina, la notizia dell'iscrizione nel registro degli indagati di otto minori, accusati di aver indotto al suicidio la ragazza novarese

La notizia dell'inchiesta sulla morte della giovane Carolina Picchio, e sulla relativa iscrizione nel registro degli indagati di otto minorenni, ha raggiunto anche la famiglia della ragazza.

"Questa notizia - ha commentato la madre della 14enne - ha riaperto una ferita che non si era ancora rimarginata".

Gli otto indagati, tutti di età compresa tra i 15 e i 17 anni, sono accusati di istigazione al suicidio e di detenzione di materiale pedopornografico.

Parole più dure, invece, quelle espresse dalla sorella di Carolina, che si è rivolta direttamente ai presunti responsabili della morte della sorella: "Spero che la vostra coscienza, se ne avete una, non vi lasci in pace. Mi auguro - ha detto - che siate processati e giudicati colpevoli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, 14enne suicida: per la madre "riaperta ferita mai chiusa"
NovaraToday è in caricamento