Ameno, motocross non autorizzato nei boschi: denunciato dalla Forestale

A finire nei guai un uomo residente in Lombardia, che ha tentato di sottrarsi al fermo rischiando di investire i carabinieri. Per lui, oltre alla sanzione, è scattata la denuncia per resistenza a pubblico ufficiale

Foto di repertorio

Stava facendo motocross in un'area boschiva dove non possono circolare veicoli a motore, ma è stato fermato dalla Forestale e denunciato. E' successo sabato scorso, 20 giugno, ad Ameno, dove i carabinieri della Stazione Forestale di Gozzano erano impegnati in una serie di controlli su percorsi fuoristrada tra i comuni di Ameno, Armeno e Colazza.

Nel corso dei controlli sono state fermate e multate due persone, un cittadino svizzero e un lombardo residente a Usmate Velate. Per quest'ultimo, però, è anche scattata la denuncia per resistenza a pubblico ufficiale: l'uomo ha infatti tentato di sottrarsi al controllo rischiando di investire con la moto i carabinieri. Oltre alla denuncia, l'uomo ha anche subito il sequestro amministrativo della moto.

"L’area del Mottarone - spiegano dalla Forestale - da anni è interessata dal problema dei percorsi fuoristrada illegali. Si tratta, in larga parte, di non residenti, anche cittadini stranieri, che praticano tale attività sportiva lungo percorsi fuoristrada interdetti al transito dei veicoli. Inoltre, per la normativa regionale vigente, tali percorsi fuoristrada possono essere espletati soltanto sulle piste autorizzate a tale scopo. Il divieto di percorsi fuoristrada fuori dalle aree autorizzate è disposto, in primo luogo, a tutela della pubblica incolumità. È, infatti, evidente l’alto rischio di incidenti con gli escursionisti che si dovessero trovare nelle stesse aree. In secondo luogo, è misura volta alla
tutela del patrimonio ambientale, trattandosi di attività che possono danneggiare habitat ed aree di pregio naturalistico".

Dall’inizio dell’anno sono già 19 le sanzioni elevate dalla Forestale per percorsi fuoristrada in aree interdette al traffico dei veicoli a motore. Di queste, 5 sanzioni sono state elevate contro cittadini stranieri. Nelle prossime settimane, fanno sapere dalla Forestale, i controlli verranno ulteriormente potenziati, soprattutto in vista della stagione estiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Cirio: "Piemonte in zona arancione", ma gli ospedali sono al limite e non si fanno tamponi agli asintomatici

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, l'ospedale Maggiore di Novara deve aprire un nuovo reparto di terapia intensiva

  • Coronavirus, il Piemonte resta in zona rossa: prorogate al 3 dicembre tutte le misure di contenimento

  • Coronavirus, a Novara tamponi rapidi a pagamento nel parcheggio dell'ex Sporting: come prenotarli

  • Coronavirus, 6 persone positive al covid decedute all'ospedale di Novara in 24 ore

Torna su
NovaraToday è in caricamento