menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I pesci

I pesci

Trecate, fermati per un controllo, avevano 3 quintali di pesce ottenuto illegalmente: denunciati

E' successo lungo la strada fra Trecate e Sozzago

Fermati per un controllo, avevano 3 quintali di pesce ottenuto illegalmente: denunciati. Operazione della polizia locale insieme con le guardie giurate volontarie ittiche Fipsas della Provincia nella serata del 18 febbraio: due cittadini romeni, rispettivamente di 22 anni (residente a Taino, in provincia di Varese), e di 31 anni (senza fissa dimora ma domiciliato a Borgoticino) sono stati denunciati per detenzione e trasporto di animali storditi e uccisi e sequestro per accertamenti dell’autocarro, oltre che del pesce illegalmente pescato nelle acque del torrente Terdoppio per essere presumibilmente commercializzato. 

I fatti risalgono alla serata del 18 febbraio. Intorno alle 22, una pattuglia della Polizia locale, mentre stava transitando sulla Strada provinciale 5 che collega Trecate con Sozzago, ha notato un autocarro provenire da una strada laterale. Gli agenti hanno fermato il mezzo e hanno proceduto con i controlli: sull’autocarro sono stati rinvenuti alcuni bidoni contenenti complessivamente trecento chilogrammi di pesce tra carpe, lucci perca e siluri.

E’ stato immediatamente richiesto l’intervento delle Guardie giurate volontarie ittiche Fipsas, a cura delle quali è stato possibile rianimare e reimmettere in acqua cento chilogrammi di pesce. I restanti duecento chilogrammi, purtroppo morti, sono stati invece consegnati questa mattina al 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, il Piemonte verso la chiusura delle scuole?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento