Cronaca

Pozzo di Carpignano, arriva un primo parere positivo dalla Commissione Ambiente

"Parere positivo con prescrizioni", ma serviranno molte altre valutazioni prima di poter effettuare le eventuali trivellazioni

Immagine di repertorio

La commissione di valutazione dell'impatto ambientale del Ministero dell’Ambiente ha espresso il suo parere sul pozzo di Carpignano Sesia: positivo, ma con prescrizioni.

Nel sottosuolo del piccolo comune, infatti, ci sarebbe un giacimento di petrolio di quasi 300 milioni di barili, ad una profondità di 4500 metri. Eni, ormi da anni, ha avanzato la proposta di creare un pozzo nell'area: il progetto, che aveva subito uno stop da parte della Regione nel 2015, ha ora ripreso forma grazie al "sì" del Ministero. Nel frattempo nell'area sono già stati realizzati tutti i sopralluoghi archeologici ritenuti finora necessari.

Il parere positivo del Ministero non significa però che la trivellazione partirà a breve: ci sono infatti delle prescrizioni, legate per lo più alla preservazione delle falde acquifere, che porteranno ad ulteriori indagini esplorative.

"Ci saremmo aspettati un parere negativo – commenta Fabrizio Barini, coordinatore provinciale degli Ecologisti Democratici di Novara - e invece il Ministero apre le porte a un progetto al quale si sono opposti migliaia di cittadini e gli enti locali del Piemonte. La Regione, che alla fine del 2015 espresso parere negativo, confermi ora con forza la propria posizione, impugnando il provvedimento".

"Il sì del Ministero sui pozzi di Carpignano Sesia arriva grazie alla Regione Piemonte. Sul piano tecnico non è stato posto alcun ostacolo, solo blande prescrizioni di facciata" è invece il commento di Giampaolo Andrissi, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pozzo di Carpignano, arriva un primo parere positivo dalla Commissione Ambiente

NovaraToday è in caricamento