menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anziana morta dopo lo scippo, pena ridotta in appello al responsabile

La Corte d'assise d'appello di Torino ha ridotto la pena a 5 anni e 4 mesi. La vittima, Angela Miglio, era morta dopo essere caduta a seguito dello scippo avvenuto in via De Calboli a Pasquetta del 2015

Il 6 aprile del 2015 una donna di 80 anni, Angela Miglio, era stata scippata a pochi passi da casa, in via De Calboli, traversa di corso Risorgimento. La pensionata era caduta e aveva sbattuto la testa: è deceduta alcuni giorni dopo all'Ospedale Maggiore di Novara.

Dopo due mesi di indagini i carabinieri avevano arrestato il responsabile: si tratta di Nicholas Tomasotti, 23enne all'epoca dei fatti, residente a Trecate. Lo scorso dicembre Tomasotti era stato condannato, con rito abbreviato, a sei anni e mezzo di reclusione per omicidio preterintenzionale. 

Ieri però la Corte di assise di appello di Torino ha ridotto la pena: 5 anni e mezzo di reclusione in quanto il giovane è stato giudicato colpevole dei reati di furto con strappo e morte come conseguenza di altro delitto e non di omicidio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento