Nuovo sgombero all'ex Centro sociale di viale Giulio Cesare: due denunce

Nella struttura, ormai dismessa e in stato di abbandono, si erano rifugiate due persone, probabilmente senza casa, che sono state accusate di invasione di edificio

Operazione della polizia locale

Nuovo sgombero nella mattinata di oggi, giovedì 2 agosto, all'ex Centro sociale di viale Giulio Cesare. L'operazione è stata svolta dal Nucleo operativo della polizia locale di Novara, che ha effettuato una serie di verifiche all'interno dello stabile.

Nella struttura, ormai dismessa e in stato di abbandono, si erano rifugiate due persone, probabilmente senza più una casa, che sono state denunciate per aver occupato abusivamente l'edificio. Si tratta di due cittadini marocchini, con regolare permesso di soggiorno, che sono stati accusati di invasione di edificio. Un edificio ormai vuoto e abbandonato, in cui i due avevano trovato una sorta di casa.

"L'attività di controllo della città da parte della polizia locale, attraverso il proprio reparto territoriale - commenta con orgoglio l’assessore alla Sicurezza Mario Paganini - proseguirà nelle prossime settimane con particolare attenzione a quelle strutture che presentano elevati rischi di commistione di illeciti di varia natura, considerando, altresì, le importanti attività quotidianamente poste in essere dalla polizia di Stato, dai carabinieri e dalla guardia di finanza. In questo ambito desidero inoltre sottolineare la grande collaborazione e opera prestata dal corpo nazionale dei vigili del fuoco".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novara, aereo vola basso sulla città: ecco il perchè

  • Coronavirus, da domenica il Piemonte è zona arancione: cosa è consentito fare

  • Incidente sul lavoro a Novara: morto un operaio di 36 anni

  • Coronavirus, Cirio: "Per l'1 o il 3 dicembre il Piemonte sarà in zona arancione"

  • Bambino di 4 anni colpito al volto dal calcio di un cavallo

  • Nuovo Dpcm Natale 2020: le regole allo studio per pranzi, cene e parenti

Torna su
NovaraToday è in caricamento