rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca

Novara al buio, il Comune: "Più risparmio, ma con giudizio"

In alcune zone della città lampioni accesi mezz'ora dopo e spenti mezz'ora prima. E' questa la nuova iniziativa dell'amministrazione Ballarè: un risparmio del 5% sulla spesa energetica, ma con la necessaria flessibilità

"M’illumino di meno" ha lasciato il segno a Novara: il Comune ha deciso di dare un taglio ai costi dell'illuminazione pubblica ritardando l'accensione, e anticipando lo spegnimento, dei lampioni in città.

Lo scorso 15 febbraio l’amministrazione comunale spegneva la Cupola di San Gaudenzio, la Barriera Albertina, e l'Ossario della Bicocca, aderendo all’annuale campagna nella giornata del risparmio energetico.

E proprio in quei giorni, nelle settimane dal 14 al 28 febbraio è stata sperimentata una diversa della gestione dell’illuminazione stradale in tre circuiti cittadini (sui 405 esistenti): grazie ad un nuovo quadro di comando, collegato per l’accensione e lo spegnimento dei punti luce ad un orologio astronomico, un campione degli oltre 13 mila punti luce della città si è, infatti, acceso con mezz’ora di ritardo, per poi spegnersi con mezz’ora di anticipo per circa due settimane, producendo un risparmio del 5% sui consumi energetici.

"Un bene per l’ambiente e per le casse del Comune - ha spiegato il vice sindaco Nicola Fonzo - che ci ha convinti a proseguire nel progetto".

La sperimentazione è stata quindi estesa dalle aree di via Premuda, via Giusti e Parco del Terdoppio a tutte le zone della città, dal centro alla periferia, sui circuiti gestiti con sistemi temporizzati. Dal mese di marzo sono divenuti 25 i circuiti su cui si è operato lo spostamento di orario per proseguire la sperimentazione iniziata con successo a febbraio.

"Proseguiamo su questa strada - ha aggiunto il vice sindaco - sebbene con la precauzione necessaria, rispetto a questioni di viabilità e sicurezza, specie in zone 'sensibili', tenendo conto delle esigenze dei cittadini, ma sapendo anche che con la bella stagione le giornate si allungheranno".

Gli impianti interessati all’operazione risparmio sono quelli in: via Visintin, via Premuda, Cavalcavia San Martino, via Sconfietti, via Regaldi, via Fogazzaro, via Odeascalchi, via Poerio, via Aosta, Parco delle Betulle, via Sant'Adalgiso, corso Trieste, via Carestia,
Parco via Dominioni, piazza Della Repubblica, via Spreafico, via Perazzi, viale Roma, via Padova, via Tadini, viale Ferrucci, Castello Sforzesco, via Beltrami, via Montello, via Giusti, via Gatti, via Avogadro, via Mossotti, corso Cavallotti, corso Vercelli, via Casorati, Strada Re, corso Della Vittoria, piazza Alla Chiesa Lumellogno, strada Gallina, piazza Bicocca, via Delle Rosette, via Bovio (Parco), via Concia, Parco via Zara, via Delle Cicogne, via Grosso, viale Turati, largo Bellini, via Giannoni, via Umbria, corso Milano, via Porta, via Pacinotti, Parco della Mora Pernate, via Pajetta parco del Valentino, largo Cantelli, via Della Noce, via Galileo Galilei, via Domenico Maria Da Novara, piazza Puccini, via Madonna del latte Gionzana, piazza Martiri Lumellogno, Parco Terdoppio.

"Ribadisco - ha concluso Fonzo - che la situazione è attentamente monitorata e le scelte potranno essere modificate qualora se ne ravvisasse la necessità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara al buio, il Comune: "Più risparmio, ma con giudizio"

NovaraToday è in caricamento