Verbano Cusio OssolaToday

Gregge di pecore attaccato da un lupo in Valle Anzasca

E' successo a Calasca Castiglione, dove sono stati trovati i resti di una pecora uccisa e parzialmente sbranata

Foto di repertorio

Nuovo attacco di un lupo in Ossola, e in particolare in Valle Anzasca. E' successo martedì 17 marzo a Calasca Castiglione.

A darne comunicazione è il Parco nazionale Val Grande, che in una nota stampa fa sapere che i carabinieri forestali di Macugnaga, accompagnati da un veterinario, sono intervenuti in seguito ad una segnalazione di predazione in località Barzona.

Sul posto sono stati rilevati i resti di una pecora uccisa e parzialmente consumata da un canide. Secondo i rilievi eseguiti dal dottor Alberto Zorloni, veterinario dell'Asl Vco, la predazione deve con molta probabilità riferirsi a un attacco da lupo.

Il gregge in questione era custodito in un recinto non elettrificato e facilmente penetrabile dal lato contro montagna. Secondo quanto comunicato dal Parco, sembra che il predatore abbia potuto entrarvi, causando la fuga degli animali. La pecora uccisa è infatti stata trovata a pochi metri di distanza, senza che vi fossero segni di trascinamento. Al momento risultano mancanti altri due ovini dello stesso gregge, mentre un terzo presenta una ferita a un fianco, probabilmente prodottasi durante l’uscita precipitosa dal recinto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Cirio: "Piemonte in zona arancione", ma gli ospedali sono al limite e non si fanno tamponi agli asintomatici

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, l'ospedale Maggiore di Novara deve aprire un nuovo reparto di terapia intensiva

  • Coronavirus, il Piemonte resta in zona rossa: prorogate al 3 dicembre tutte le misure di contenimento

  • Coronavirus, a Novara tamponi rapidi a pagamento nel parcheggio dell'ex Sporting: come prenotarli

  • Coronavirus, 6 persone positive al covid decedute all'ospedale di Novara in 24 ore

Torna su
NovaraToday è in caricamento