menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Coronavirus e sci, la Piana di Vigezzo non ci sta: impianti aperti agli sciatori amatoriali per protesta

Il gestore ha deciso di aprire le piste nonostante il divieto

Il blocco dello sci amatoriale, arrivato ieri sera a poche ore dalla prevista apertura delle piste, non ha fermato la Piana di Vigezzo.

L'amministratore delegato della Vigezzo & Friends Luca Mantovani lo aveva annunciato sui social e lo ha fatto: questa mattina gli impianti di risalita alla Piana erano aperti a tutti quelli che avevano acquistato lo skipass on line. Lo stop degli impianti sciistici è arrivato nella serata di ieri, a poche ore dall'apertura, facendo infuriare i gestori.

Così, per protesta, oggi, lunedì 15 febbraio, gli impianti vigezzini hanno aperto. Sul posto sono arrivati i carabinieri, che però non hanno potuto bloccare gli accessi: l'ordinanza del Ministro Speranza che sposta al 5 marzo la data di riapertura delle piste agli sciatori amatoriali infatti non è ancora stata firmata. Per ora quindi i militari si sono limitati a verificare che non si creassero assembramenti, in attesa di capire se ci saranno sanzioni. Il gestore dell'impianto ha spiegato che almeno per oggi non chiuderà, a meno che non venga "il ministro a rimborsare gli skipass già venduti". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, il Piemonte resta in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Economia

    Dopo Borgomanero, McDonald's arriva anche a Oleggio

  • Attualità

    Coronavirus, come procedono i vaccini in Piemonte?

Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento