Arona, trovato un intero condominio che scarica nelle acque del Lago Maggiore

Dopo lunghe verifiche si è scoperto che 40 appartamenti non avevano l'allaccio fognario

"Ad aprile avevamo provato con le telecamere e la scorsa settimana con i traccianti e alla fine abbiamo trovato un intero condominio da 40 appartamenti che scaricava a lago".

Lo annuncia il sindaco di Arona Alberto Gusmeroli. "Ci sono voluti due mesi di richieste ai vari amministratori di condominio, ottenuta l’autorizzazione, un nostro dipendente coadiuvato dal nostro ufficio tecnico e da Acque spa ha trovato lo scarico fognario. Ovviamente nessuna colpa per i diversi proprietari, non ne potevano essere al corrente, il condominio è stato costruito negli anni del boom edilizio quando la politica ha “dimenticato” il suo ruolo di regolatore e controllore. Purtroppo sino a fine anni novanta ad Arona, ma anche in tutta Italia, la politica ha chiuso un occhio e forse anche due, di fronte alla speculazione edilizia e a interessi che nulla avevano a che fare con il bene comune".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Dal 2010, appena insediati abbiamo dichiarato guerra agli scarichi abusivi. Da allora abbiamo trovato oltre 500 scarichi abusivi direttamente a lago. Qualcuno mi ha detto: losapevano da anni. Non saprei, certo è che noi abbiamo iniziato una vera e propria battaglia e non abbiamo mai avuto tentennamenti, e sono ottimista di riuscire per questo giugno ad avere a posto sia Vevera che Arlasca, che già oggi danno spesso risultati entro i limiti di legge, anche se ancora non costanti. Importante è stato anche il rifare in molte zone della città le fognature: Lungolago Marconi, Corso Repubblica, via Paleocapa, via GG Ponti, via XX settembre (qui tutti i condomini della Piazza scaricavano nel lago!). Con questo non vuol dire che in futuro non si possano trovare altri scarichi, ma la politica non deve più abdicare al suo ruolo come purtroppo avvenuto in passato e non solo ad Arona. La cura dell’ambiente e del futuro dei nostri figli si coniuga benissimo anche con l’economia, anche e non solo, perché ogni volta che rifacciamo tratti fognari è lavoro che si crea per imprese e i loro dipendenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mega incidente alle porte di Novara: scontro tra 7 auto, otto feriti

  • Novara, maxi rissa in piazza Martiri: volano sedie e bicchieri

  • Novara, forte temporale con grandine su città e provincia

  • Elezioni comunali ad Arona, Monti è il nuovo sindaco

  • Arona: ha un malore mentre è a scuola, morto studente di 17 anni

  • Novara, ragazzino cade dal muro dell'Allea e precipita per 7 metri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento