Attualità Trecate

Aggressione all'arbitro, accolto il ricorso del Trecate Calcio: squalifiche nettamente ridotte

Si tratta della partita Juniores dello scorso 22 aprile fra Trecate Calcio e Juve Domo

Multa ridotta da 3mila a 500 euro e cancellate le squalifiche lunghe di due e quattro anni, tutte ridotte a pochi mesi. La corte suprema d’appello ha accolto in parte il ricorso del Trecate Calcio dopo la sentenza molto pesante del giudice sportivo della sfida Juniores fra Trecate appunto e la Juve Domo dello scorso 22 aprile. 

Sanzioni pesanti che erano “volate” in seguito a una aggressione subita dall’arbitro che aveva anche deciso di sospendere il match. Come si legge nella notta della Lnd, la Lega nazionale dilettanti, il ricorso merita accoglimento “in ragione di una minore gravità dei fatti”. L’aggressione, sebbene “pesante e inaccettabile, si è fermata sul piano verbale e non è invece evoluta in quelle condotte violente che giustificherebbero le precedenti sanzioni inflitte”.

“Il Trecate Calcio sin da subito e nelle sedi opportune ha dato la propria disponibilità a chiarire i punti del provvedimento, condannando con decisione gli insulti rivolti all’arbitro, ma negando qualunque aggressione fisica. La società ringrazia la federazione e la giustizia sportiva che ha fatto luce su questa situazione e ha fatto emergere la verità, - si legge in una nota della società trecatese - ringrazia altresì tutti coloro che non hanno cavalcato l’onda della cattiva informazione, che hanno manifestato la propria vicinanza, che hanno preferito astenersi da un giudizio affrettato e preso esclusivamente per “sentito dire”, consapevoli dei valori e della competenza di chi fa parte di una società storica come il Trecate Calcio. La società rammenta a tutti gli organi di stampa, a chi ha deciso di giudicare, accusare e puntare il dito (contro ragazzi di giovane età per di più), con critiche distruttive e offensive, che una corretta informazione è alla base di uno sport sano e che generare titoli sensazionali, in grado di sollevare lo scoop, senza non solo aver visto nulla dell’accaduto, ma nemmeno essersi informati sui fatti, è poco professionale e di cattivo gusto. Il Trecate calcio continuerà, come sta facendo da anni, a impegnarsi in maniera attiva per assicurare a centinaia di giovani la possibilità di fare sport, aiutando gli arbitri a svolgere il proprio lavoro in un clima sereno e in un ambiente costruttivo, perseguendo come unici obiettivi l’integrazione, la condivisione, la trasparenza, la correttezza e il rispetto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione all'arbitro, accolto il ricorso del Trecate Calcio: squalifiche nettamente ridotte
NovaraToday è in caricamento