Cronaca

Sanità, in Piemonte crescono le donazioni e i trapianti di organi

Secondo i dati resi noti dalla Regione, al 30 novembre 2016 sono stati eseguiti 340 trapianti, contro i 298 di tutto il 2015

Nel 2016 il Piemonte è tornato ad essere una delle regioni capofila sia per le donazioni che per i trapianti di organi. Crescono anche le rigenerazioni, consentendo così il trapianto di organi di per sè non idonei perchè troppo anziani.

Secondo i dati resi noti dalla Regione, in Piemonte le persone da cui è stato prelevato almeno un organo sono risultate poco più di un centinaio. E per l'esattezza, al 10 dicembre scorso, 27,3 per milione, contro le 21,7 dell'anno prima e a fronte di una media nazionale di 20,7 per milione.

Per quanto riguarda i trapianti, al 30 novembre 2016 ne sono stati eseguiti 340 contro i 298 di tutto il 2015. In particolare a fine novembre sono stati effettuati 174 trapianti di rene, 124 di fegato, 21 di cuore, 21 di polmone e 2 di pancreas. Inoltre, con l’attività degli ultimi 11 mesi è stato possibile superare, dall’inizio dell’attività trapiantologica piemontese, gli 8000 trapianti: 8145 trapianti, con i quali sono stati trapiantati 8560 organi.

Grazie a questo incremento, circa il 25% in più rispetto al 2015, per la prima volta negli ultimi anni il numero di pazienti in attesa di trapianto non è aumentato. Sono 1103 complessivamente tra sospesi e attivi, di cui 879 in attesa di un rene, seguiti da 87 che aspettano un cuore nuovo, 84 il fegato, 44 un polmone, 9 il pancreas.

Molto positivo è anche l'andamento delle dichiarazioni di volontà dei cittadini raccolte presso gli uffici anagrafe dei comuni nell'ambito dell'iniziativa di adeguamento normativo "Una scelta in Comune". Sono 145 i comuni piemontesi che hanno aderito all'iniziativa che prevede di inserire al momento del rinnovo della carta d'identità la volontà di donare. L'obiettivo minimo è di arrivare con questo strumento nell'arco di dieci anni ad almeno un milione di donatori piemontesi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, in Piemonte crescono le donazioni e i trapianti di organi

NovaraToday è in caricamento