rotate-mobile
Cronaca Borgomanero

Borgomanero, un premio per il coro gospel dell'associazione Mamre

A "The dynamite", il gruppo formato da giovani profughe nigeriane, il riconoscimento "La ragazza di Benin city". Domenica 31 gennaio la consegna del premio

E' stato assegnato a "The dynamite", il coro gospel dell'associazione Mamre, il premio "La ragazza di Benin city".

Le giovani profughe nigeriane che hanno dato vita a questo gruppo e che sono ospiti da fine giugno di casa "Piccolo Bartolomeo" lo riceveranno domenica 31 gennaio alla commenda di San Giovanni di Prè a Genova.

Nell'albo d'oro del premio, che viene assegnato ormai da 15 anni, ci sono i sacerdoti Oreste Benzi (a cui si deve la comunità "Papa Giovanni XXIII"), Luigi Ciotti (anima dell'associazione "Libera") e Andrea Gallo (fondatore della comunità di San Benedetto al Porto di Genova), lo scrittore Roberto Saviano, i giornalisti Fabrizio Gatti ed Elvira Dones, e la missionaria Eugenia Bonetti.

Il riconoscimento è stato ideato da una donna di origini nigeriane, Isoke Aikpitanyi, che da tre lustri gestisce case di accoglienza.

"Con questo premio - sottolinea Isoke Aikpitanyi - vogliamo dire pubblicamente grazie a persone e personaggi che si sono distinti contro la tratta, e per i diritti dei migranti e delle donne. Il vincitore di ogni edizione viene indicato da chi ha ricevuto il riconoscimento negli anni precedenti e dalle ragazze della mia associazione. E nel 2016 ci piacerebbe organizzare delle esibizioni di 'The dynamite' in varie località e produrre un cd con i brani del loro repertorio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borgomanero, un premio per il coro gospel dell'associazione Mamre

NovaraToday è in caricamento