Cronaca

Sostegno all'apicoltura: dalla Provincia arriva un nuovo bando

L'assessorato provinciale all'Agricoltura ha messo a disposizione delle aziende apistiche un piccolo tesoretto di oltre 100mila euro destinati ai produttori. Liuni: "L'apicoltura costituisce storicamente un importante comparto dell'economia agricola novarese"

La Provincia di Novara sostiene l'agricoltura novarese.

E' questa mattina, martedì 19 giugno, infatti, la delibera della Giunta Sozzani che dà il via al nuovo bando per lo sviluppo e il sostegno dell'apicoltura sul territorio provinciale. Sulla base della Legge Regionale 20/98 che disciplina e tutela lo sviluppo di questo particolare settore, l’assessorato all’Agricoltura della Provincia ha messo a disposizione delle aziende apistiche un piccolo tesoretto di oltre 100mila euro destinati ai produttori apistici che prenderanno parte al bando.

"L’apicoltura - ha commentato l’assessore all’Agricoltura Marzio Liuni - costituisce storicamente un importante comparto dell’economia agricola  novarese e il territorio della nostra provincia si colloca su livelli d’eccellenza soprattutto per quanto riguarda il miele d’Acacia: sia per le elevate  produzioni, sia, soprattutto, per la sua qualità, purezza e limpidezza".

A confermare l’eccellenza dell'apicoltura novarese, anche i dati del censimento apistico annuale: quasi metà dei circa 200 apicoltori attivi è costituita da "produttori apistici", vale a dire professionisti in grado di commercializzare il proprio prodotto (e tali professionisti detengono il 93% degli alveari complessivi).

"E’ tuttavia da rilevare - ha aggiunto Liuni - come in provincia convivano realtà professionistiche molto diversificate: dai piccoli produttori part-time, o dagli agricoltori dediti ad altre attività agricole e che integrano il proprio reddito con l’allevamento di poche decine di alveari, alle aziende specializzate e consolidate, dedite all’apicoltura a tempo pieno, che gestiscono e movimentano centinaia, e in qualche caso migliaia, di alveari".

Il bando provinciale si rivolge sia a produttori apistici iscritti alla Camera di Commercio, in possesso di partita iva per attività apistica e del codice identificativo rilasciato dal Settore Agricoltura, sia, in subordine, ad apicoltori amatoriali che intendono acquisire il requisito di produttore apistico.

Grazie al bando, che sarà pubblicato nei prossimi giorni, potranno essere accolte istanze per, ad esempio: la costruzione, ristrutturazione ed ammodernamento delle strutture aziendali di lavorazione e conservazione della produzione degli alveari; l'acquisizione di macchine ed attrezzature per la realizzazione e la commercializzazione dei prodotti degli alveari, acquisto e/o ammodernamento degli apiari; l'adeguamento alle norme igienico-sanitarie dei locali di lavorazione dei prodotti; ogni altra iniziativa utile allo sviluppo ed all’incremento quali-quantitativo dell’apicoltura e dei suoi
prodotti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sostegno all'apicoltura: dalla Provincia arriva un nuovo bando
NovaraToday è in caricamento