menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Novara, tabaccaio truffato per 15mila euro da falso tecnico della Lottomatica

Denunciate cinque persone

Una truffa, ai danni di un tabaccaio novarese, che ha fruttato ben 15 mila euro.

"La tecnica, pur con piccole varianti, è sempre la stessa - spiega la Questura - Uno o più soggetti si spacciano per tecnici incaricati dalla Lottomatica a svolgere inderogabili operazioni di verifica e aggiornamento. In altre occasioni, invece, la scusa è quella di dover provvedere al ripristino dell’apparato per un presunto disservizio o malfunzionamento del sistema".

Nel caso del tabaccaio novarese una donna, spacciandosi per un tecnico di Lottomatica, ha chiamato dicendo che serviva un update del software del terminale a causa di problemi relativi alle scansioni dei documenti di identità, necessario per non incappare nel blocco immediato del terminale. Il tabaccaio, per paura di ritrovarsi con il terminale bloccato, avrebbe eseguito alla lettera tutte le indicazioni contenute nei messaggi ricevuti su WhatsApp. Nella più totale ingenuità ha effettuato 16 operazioni di “verifica macchina”, così chiamate dalla sedicente dipendente di Lottomatica, per un importo di 995.55 euro ciascuna con causale “Acquisto BTC” e per un totale di 15mila e 884 euro, ricaricando sei tessere postepay fornite dal falso tecnico. 

Dopo la telefonata e i versamenti, il tabaccaio ha chiamato il numero verde della Lottomatica e, parlando con il vero operatore, si è reso conto della truffa. A seguito della denuncia, l’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura di Novara ha iniziato le indagini, in collaborazione con il centro antiriciclaggio delle Poste Italiane, che hanno portato alla denuncia di cinque persone residenti in Campania. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, fino a quando il Piemonte sarà in zona arancione?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento