Novara "centro di smistamento" della cocaina dall'Albania: 19 arresti

La maxi operazione dei carabinieri ha portato alla luce il ruolo centrale della città nello spaccio di droga

La conferenza stampa in Procura

Due anni di indagini, lunghe e complesse, che hanno portato a 26 ordinanze di custodie cautelari e alla scoperta dell'importanza strategica della città di Novara per lo smistamento della cocaina.

L'operazione "Contadino" dei carabinieri, coordinata dal sostituto procuratore Mario Andrigo, si è conclusa la notte scorsa con 19 arresti, 14 dei quali in città, e con 7 persone ancora ricercate.

Le indagini e il collaboratore

Le indagini sono iniziate nel 2017 e hanno portato al primo arresto, un cittadino albanese sorpreso con 3 chili di cocaina e con una pistola. L'uomo, dopo qualche mese, ha deciso di collaborare ed ha portato alla luce un giro di droga che non solo transitava per la città ma che aveva al centro proprio il mercato novarese, evidentemente molto fiorente. "Dalle indagini è emerso che non solo la droga passava per Novara, ma che la richiesta qui è molto alta" ha spiegato il procuratore capo Marilinda Mineccia durante la conferenza stampa di presentazione dell'operazione.

Il traffico internazionale

La cocaina purissima, oltre il 95%, partiva dalla Colombia e arrivava in Albania. Da qui veniva portata direttamente a Novara, da dove finiva in parte sul mercato locale e in parte veniva smerciata verso altre province, come Alessandria, Pavia, Massa Carrara e nella zona di Busto Arsizio. I carichi erano molto consistenti, con quantitativi mensili tra i 5 e i 10 chili, per un giro di diverse centinaia di migliaia di euro. Il capo dell'organizzazione è stato arrestato in Germania, dopo che era ricercato in Albania per aver importato dalla Colombia un carico di 600 chili di cocaina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli arresti

Nel corso del 2018 c'erano già stati diversi sequestri, ma l'operazione "Contadino", dal soprannome del "responsabile" dello smistamento a Novara, è terminata nella notte tra domenica 28 e lunedì 29 luglio, quando i carabinieri hanno eseguito le ordinanze di custodia cautelare. A Novara sono state arrestate 14 persone, 7 cittadini albanesi, 6 italiani e un marocchino, mentre altri 5 arresti sono stati eseguiti tra Alessandria, Pavia, Massa Carrara e Busto Arsizio. Altre 7 persone sono al momento ricercate per gli stessi fatti. Tutti sono accusati di detenzione ai fini di spaccio con l'aggravante dell'ingente quantità.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mega incidente alle porte di Novara: scontro tra 7 auto, otto feriti

  • Novara, forte temporale con grandine su città e provincia

  • Novara, maxi rissa in piazza Martiri: volano sedie e bicchieri

  • Elezioni comunali ad Arona, Monti è il nuovo sindaco

  • Arona: ha un malore mentre è a scuola, morto studente di 17 anni

  • Novara, ragazzino cade dal muro dell'Allea e precipita per 7 metri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento