menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei camper sequestrati

Uno dei camper sequestrati

Truffe con finti tecnici: sequestrati terreni, camper e conti correnti per 300mila euro

Le indagini hanno portato a quattro fratelli, ritenuti responsabili delle truffe

Terreni, camper, auto e conti correnti: sono questi i beni sequestrati a quattro fratelli sinti perchè ritenuti responsabili di furti ai danni di anziani.

I carabinieri del reparto operativo di Novara hanno eseguito il decreto di sequestro preventivo disposto dal gip Andrea Guerrerio, su richiesta del pm Mario Andrigo, di numerosi beni tra le province di Novara, Vercelli e Monza. Secondo le indagini i fratelli sarebbero responsabili di una serie di furti, sempre con una tecnica simile: un finto tecnico o un addetto del comune che si presenta a casa di un anziano, sostendendo di dover entrare per fare controlli, per poi fuggire rubando gioielli e contanti. In alcuni casi i truffatori si sono spacciati anche per carabinieri o poliziotti.  

Il sequestro ha riguardato otto terreni tra Carpignano Sesia, Galliate, Ghislarengo e Monza, oltre a camper, auto, abitazioni e conti correnti, per un valore totale stimato di circa 300mila euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, quando il Piemonte tornerà in zona gialla?

Attualità

Approvato il nuovo decreto "Riaperture": le nuove regole fino al 31 luglio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Coronavirus: il vaccino si prenota anche dai carabinieri

  • Economia

    Dopo Borgomanero, McDonald's arriva anche a Oleggio

Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento