rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Volley

Volley Coppa Italia, niente da fare per la Igor: vince Conegliano al tie-break

Le azzurre sognano il colpaccio, ma subiscono la rimonte delle campionesse uscenti, che conquistano il trofeo per la quarta volta nella loro storia

Il sogno di fare lo sgambetto alle detentrici del titolo è sfumato, forse nella maniera peggiore. Non sono bastati alla Igor Novara due set giocati splendidamente: veemente è stato il ritorno della Prosecco Doc Imoco Conegliano che le ragazze di Stefano Lavarini non sono state in grado di contenere. Alla fine Paola Egonu e compagne, proprio nel momento più difficile, ha saputo tirare fuori il carattere e aggiudicarsi, con una rimonta che ha dell'incredibile, la Coppa Italia per la quarta volta nella loro storia, la terza consecutiva. Il rammarico sarà ben visibile a lungo dunque nelle azzurre, a cui non è bastata una super Bosetti (16 punti), ma si dovrà fare in modo di non risentirne psicologicamente in vista dei prossimi due obbiettivi, il campionato e la Champions.

LA PARTITA - Lavarini può disporre solo a mezzo servizio di Washington e manda in campo la seguente formazione: Karakurt opposta a Hancock, Bonifacio e Chirichella al centro, Daalderop e Bosetti in banda e Fersino libero.

Novara approccia come meglio non si potrebbe: Hancock si presenta con due ace consecutivi (0-2). L'Imoco non riesce a riprendersi e vede incrementare lo svantaggio per mano di Karakurt (7-14). Diversi errori delle azzurre sembrano riaprire il discorso (13-17), ma Sylla si becca una murata da Karakurt che chiude praticamente le ostilità per quanto riguarda il primo set (17-22). E' la turca a realizzare il punto che porta in vantaggio le compagne (19-25).

Prova a reagire Conegliano con due muri di Wolosz e De Kruijf (3-0), ma il break di Novara fa ancora più male: Daalderop, Karakurt e l’ace di Bosetti ribaltano tutto (4-6). Veemente la reazione delle gialloblù con Folie e Sylla, stavolta brava a muro su Karakurt (10-7). Qui c'è la svolta in negativo per quanto riguarda il secondo set: dopo il pari di Chirichella (10-10) le pantere sembrano perdere il controllo delle operazioni e vanno sotto grazie a Daalderop e la stessa Chirichella (11-17). Entra Omoruyi per dare un po' di freschezza in più, ma non basta: la squadra di Lavarini difende il vantaggio e chiude con Karakurt (19-25).

Terzo set e Santarelli che azzecca una mossa che purtroppo si rivelerà importantissima per la sua squadra: fuori Sylla, dentro Courtney. L'inizio è punto a punto, poi è Plummer a dare il primo strappo (9-5). La stessa californiana ed Egonu allungano ancora, complice qualche distrazione di troppo di Novara (13-17). Daalderop prova a riavvicinare le compagne (15-13), ma Egonu stavolta non è intenzionata a concedere nulla. Il suo muro su Karakurt vale il (21-17). Quattro i set ball, sfrutta il secondo Plummer ed è 25-21.

Conegliano riesce a prolungare la partita ma Bosetti e Karakurt non vogliono mollare l'osso prima del tempo (2-4). Courtney si fa sentire al servizio ed è 7-5. L'equilibrio verrà presto ristabilito con le due opposte, Egonu e Karakurt, che si scambiano colpi reciproci (11-11). L'azzurra, destinata a lasciare il campionato italiano a fine stagione, prova a far scappare le venete (22-18), ma non è precisa nelle successive circostanze (22-21). A togliere le castagne dal fuoco sono Courtney e la solita Egonu, che realizza il 24-21 con un mani out confermato dal video check. Sarà sempre lei a chiudere con l'aiuto del nastro: 25-22 ed equilibrio ristabilito. 

Anche nel tie break non mancano le emozioni: Folie chiama dalla linea di fondo (4-1), Bosetti risponde (6-5). Novara riesce a rimanere attaccata ma nel finale avviene l'episodio decisivo, il muro dui Wolosz su Karakurt (13-10). Egonu regala quattro match point alle campionesse uscenti (14-10), ma Novara, sempre con una Bosetti mai doma, tira fuori gli artigli e si riavvicina (14-13). La ricezione azzurra non può nulla sul diagonale vincente di De Kruijf: 15-13 e Coppa Italia che si colora ancora di gialloblù, tra l'amarezza e l'incredulità di tutto il club piemontese.

TABELLINO

Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano-Igor Gorgonzola Novara 3-2 (19-25, 19-25, 25-21, 25-22)

Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano: Caravello, Plummer 17, Courtney 7, Butigan ne, De Kruijf 7, Folie 15, Omoruyi 1, De Gennaro (L), Vuchkova ne, Frosini (L) ne, Gennari ne, Wolosz 3, Sylla 4, Egonu 26. All. Santarelli.
Igor Gorgonzola Novara: Imperiali (L) ne, Herbots 1, Montibeller, Battistoni ne, Fersino (L), Bosetti C. 16, Chirichella 11, Hancock 4, Bonifacio 5, Washington 1, Costantini ne, D’Odorico, Daalderop 16, Karakurt 23. All. Lavarini.
Arbitri: Piana e Cerra.
Note: Spettatori 3230. Durata set: 26′, 28′, 33′, 28′, 18′, tot. 2h34′. Conegliano: battute vincenti 3, battute sbagliate 10, attacco 47%, ricezione 63%-38%, muri 11, errori 29. Novara: battute vincenti 3, battute sbagliate 12, attacco 47%, ricezione 72%-39%, muri 3, errori 23

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley Coppa Italia, niente da fare per la Igor: vince Conegliano al tie-break

NovaraToday è in caricamento