rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Volley

Volley A1 femminile, la Igor spreca la grande occasione: Casalmaggiore si impone 3-1 nel recupero

Le azzurre non riescono a mantenere la necessaria concentrazione ed escono senza punti dal PalaRadi. Bernardi severo: "Non siamo una squadra matura"

In ogni sport di squadra che si rispetti e non solo non è facile vincere sempre, ma quella che si era presentata stasera alla Igor Novara era senza dubbio un'occasione colossale. Mancata malamente. 

Le azzurre, nel recupero della partita che si sarebbe dovuta disputare lo scorso 7 gennaio, si sono letteralmente fatte sorprendere dalla Trasporti Pesanti Casalmaggiore, che da qualche giornata, specie dal giorno dell'insediamento di Lorenzo Pintus quale nuovo allenatore della squadra lombarda, aveva iniziato a marciare con le marce alte. Pertanto Chirichella e compagne sono uscite letteralmente a mani vuote dal PalaRadi dovendo dunque rinunciare ad attestarsi al secondo posto della regular season.

E dire che per le ragazze allenate da Lorenzo Bernardi le cose di erano messe bene, avendo vinto il primo set; poi il rabbioso ritorno delle rosa, che hanno dunque confermato il loro eccellente stato di forma e sono andate dunque ad imporsi con il risultato di 3-1.

La domanda più ricorrente che il tifoso può farsi non poteva che essere la seguente: la testa era già alla finale di Challenge Cup? Non è un mistero che la terza competizione europea per club sia diventato l'obbiettivo principe di questa stagione, ma quanto è avvenuto stasera deve indurre sicuramente a delle profonde riflessioni. Il Nantes è la capolista del campionato francese e prestazioni come queste non saranno in alcun modo ammesse. 

La partita

Avvio all'insegna dell'equilibrio fino al break novarese portato da Danesi (9-11). Lee pareggia (12-12), risponde Akimva con la parallela del 16-18. Il turno in battuta di Bujis sembra dare la spallata decisiva al primo set (17-22), un controbreak delle lombarde riapre tutto (21-22). Le azzurre però restano lucide e vanno a bersaglio con il diagonale di Bosetti (22-25). 

Assolutamente non paga, la Igor riparte di slancio anche nella seconda frazione: Buijs in parallela fa 3-6, Danesi in primo tempo 5-11. Decisivi i cambi di Pintus: entra Cagnin per il 7-11. Lee si scatena e realizza cinque punti in fila (13-12). Break che peserà non poco sull'economia della partita. Smarzek allunga (16-14), poi Chirichella spara l'ultimo fuoco (18-17). Ancora Smarzek sigla il 23-21, Danesi sbaglia il servizio e si passa sul 24-22. Lee sfrutta la seconda delle due palle set e pareggia i conti (25-23).

Lee è protagonista assoluta dell'avvio della terza frazione (8-6 e 12-7). Novara prova a reagire con Bosio a muro (13-10), Chirichella lo subisce e il distacco torna difficile da colmare (16-11). Lee questa volta non è precisa (21-18) e l'ace di Akimova fa sperare le azzurre (21-19), che nel momento chiave perdono le necessaria lucidità. Ne approfittano le rosa che con Smarzek passano nuovamente avanti (25-19). 

Bernardi si gioca la carta Szakmary e dapprima le azzurre passano dal 2-5 al 5-5, poi sul 6-8 con Bosetti. Buijs si fa murare da Lee (11-10), nuovo break ospite con Szakmary (11-14). Controsorpasso Casalmaggiore con Cagnin e successivo break (19-16), Novara risale la china con Bosetti (21-21). Akimova fa passare le ospiti a condurre (21-22), ma Lee trova il match point in pallonetto (24-23). Si va ai vantaggi dove decisono due mani out, di Smarzek prima e Lee poi (26-24). 

I commenti dei protagonisti

Piuttusto dura l'analisi del coach Lorenzo Bernardi: "Purtroppo abbiamo dimostrato di non essere ancora una squadra matura: si è verificato quanto era lecito aspettarsi, cioè che Casalmaggiore potesse metterci in difficoltà, e non siamo riuscite a reagire e porvi rimedio. Dopo la rimonta subita nel secondo set, di fatto abbiamo subito troppo e questo ha portato alla sconfitta; nessun dramma, abbiamo un obiettivo molto importante davanti a noi: dobbiamo prepararci al meglio alla partita di mercoledì".

Sara Bonifacio, centrale azzurra, commenta così: "Purtroppo ci siamo innervosite in quel frangente del secondo set in cui abbiamo subito la rimonta di Casalmaggiore e questo ha girato la partita. Loro sono cresciute tanto in difesa, noi non siamo state lucide nel gestire poi l'attacco e non solo. Dobbiamo fare tesoro di quanto successo affinché non ricapiti e dobbiamo guardare avanti a mercoledì: abbiamo una finale da affrontare e dovremo farlo con un atteggiamento e una prestazione diversi". 

Il tabellino

Trasportipesanti Casalmaggiore - Igor Gorgonzola Novara 3-1 (22-25, 25-23, 25-19, 26-24)
Trasportipesanti Casalmaggiore: Perinelli 2, Avenia ne, Colombo. Lohuis 10, Manfredini 3, De Bortoli (L), Hancock 2, Edwards ne, Faraone, Obossa ne, Smarzek 25, Cagnin 12, Lee 19, Baccarini (L) ne.
Igor Gorgonzola Novara: Szakmary 2, Bagarotti (L) ne, Guidi ne, Bosio 2, Bartolucci ne, De Nardi, Buijs 11, Fersino (L), Bosetti 19, Chirichella 1, Danesi 11, Bonifacio 4, Akimova 14, Kapralova ne. All. Bernardi.
MVP Simone Lee

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley A1 femminile, la Igor spreca la grande occasione: Casalmaggiore si impone 3-1 nel recupero

NovaraToday è in caricamento