rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Volley

Champions League, è convincente l'avvio della Igor: 3-1 al Potsdam

I primi tre punti stagionali della massima competizione europea si colorano di azzurro e sono dedicati alla sfortunatissima Poulter. Spiccano nella vendemmia i 32 punti di una super Karakurt

Esordio vittorioso per la Igor Volley in Champions League: le ragazze di Lavarini superano in quattro set le tedesche di Potsdam (premio MVP per Ebrar Karakurt, autrice di 32 punti) e dedicano il successo alla compagna Jordyn Poulter, la cui stagione si è prematuramente conclusa con l’infortunio subito a Perugia. Domani il match tra Vakifbank Istanbul e Stella Rossa Belgrado a concludere il primo turno della Pool C.

Igor in campo con Karakurt opposta a Battistoni, Chirichella e Danesi centrali, Bosetti e Carcaces schiacciatrici e Fersino libero; Potsdam con Van Aalen in regia e Nemeth in diagonale, Savic e Cekulaev al centro, Emonts Weihenmaier e Jasper in banda e Jegdic libero.

Novara parte forte con Carcaces (4-1), l’ace di Jasper accorcia (8-6) ma quello di Chirichella ristabilisce le distanze (10-6) e dopo il timeout di Potsdam e le sostituzioni tra le fila tedesche, Novara scappa prima 15-8 con Karakurt e poi 17-9 ancora con Chirichella, entrambe a segno a muro. Bosetti avvicina il traguardo (21-13, diagonale), Carcaces lo taglia di slancio firmando di potenza il 25-15.

Bosetti rompe l’equilibrio nel secondo set a muro (7-5), Danesi (8-6) e Karakurt (9-6) la imitano ed è ancora la schiacciatrice azzurra a concretizzare con l’attacco del 10-6 una bella difesa di Carcaces. Karakurt macina punti (13-7), Savelkoel trova l’ace che riporta sotto le sue (17-12) ma Chirichella riprende la marcia (19-12) e Karakurt chiude in maniout uno scambio lunghissimo (21-13). Chiude il set Danesi, con il primo tempo del 25-17.

Il terzo set è il più combattuto: Novara inizia a sbagliare (5-7, poi 7-9) e Potsdam mette la testa avanti ma due punti in fila di Karakurt rilanciano le azzurre (16-14) con le ospiti che fermano il gioco; Carcaces conquista due volte (17-14, poi 19-16) il +3 in diagonale ma un’invasione azzurra vale il 21-21 che riapre i giochi. Bosetti scappa (23-21), Karakurt conquista il match ball (24-22) ma Potsdam ne annulla due e complici due errori in attacco dell’opposto azzurro, le tedesche mandano la partita al quarto set sul 24-26.

Sull’onda dell’entusiasmo, Potsdam riparte forte (5-6, Cekulaev a segno a rete) ma Danesi sorpassa due volte a muro (7-6, poi 9-8) e poi propizia il +5 con un primo tempo a segno (12-8) e un altro muro (13-8); Karakurt tiene le distanze in diagonale (15-9), Chirichella firma in attacco l’allungo sul 20-12 mentre un muro sull’opposto azzurro sembra riaprire il set sul 20-16. Novara stavolta non si ferma più: Bosetti conquista a muro il match ball (24-19) e un muro di Giovannini non contenuto da Potsdam porta al 25-19 che vale il 3-1.

Anna Danesi (centrale Igor Gorgonzola Novara): “Siamo contente di come è iniziata la nostra Champions League, in un girone così è importante aver vinto subito. Non è un periodo facile per le difficoltà con cui dobbiamo fare i conti ma ognuno in squadra ha fatto il massimo per portare a casa il risultato, contro un avversario che ha lottato tanto, specie tra terzo set e inizio del quarto. Siamo state concentrate nel momento cruciale e abbiamo chiuso in quattro set, senza dar loro la possibilità di rientrare in gioco”.

Gaia Giovannini (schiacciatrice Igor Gorgonzola Novara): “Sono molto felice per aver festeggiato con una vittoria il mio esordio in Champions League e mi fa piacere aver potuto dare il mio contributo al risultato, che per noi è molto importante. Volevamo partire con il piede giusto, ora dobbiamo pensare al match di Monza che sarà durissimo. Sono convinta, però, che abbiamo le carte in regola per giocarcela alla pari”.

Stefano Lavarini (allenatore Igor Gorgonzola Novara): “Abbiamo avuto un buon approccio alla partita, giocando molto bene i primi due set e poi, come ci è già successo, dopo due set vinti abbiamo calato un po’ ritmo e attenzione e questo, unito a quanto messo in campo dai nostri avversari, ci ha portate a perdere il terzo set. Bene aver chiuso poi in quattro set, era importante conquistare la posta piena”.

Laura Emonts Weihenmaier (capitano SC Potsdam): “E’ stata una giornata storica per la squadra e per il club, con la prima partita assoluta in Champions League, che purtroppo non si è concretizzata in una vittoria. E’ stato bello giocare contro un avversario forte come Novara, noi siamo riuscite a vincere un set ma ci è mancato poi qualcosa per provare a prolungare oltre la sfida e conquistare un punto. Lavoreremo per crescere e fare meglio nel corso della competizione”.

Igor Gorgonzola Novara – SC Potsdam 3-1 (25-15, 25-17, 24-26, 25-19)
Igor Gorgonzola Novara: Cantoni ne, Adams (L) ne, Bresciani ne, Giovannini, Battistoni 1, Fersino (L), Bosetti 15, Chirichella 7, Danesi 11, Varela Gomez ne, Bonifacio 1, Carcaces 11, Ituma, Karakurt 32. All. Lavarini.
SC Potsdam: Savelkoel 8, Viggars, Hetmann ne, Savic 10, Jasper 11, Leweling ne, Kircchhoff (L) ne, Van Aalen 2, Maase 2, Nemeth 14, Cekulaev 6, Jegdic (L), Emonts Weihenmaier 3, Dokic ne. All. Naranjo Hernandez.
MVP Ebrar Karakurt

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Champions League, è convincente l'avvio della Igor: 3-1 al Potsdam

NovaraToday è in caricamento