rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Volley

Igor Novara, l'amaro day after. Chirichella e Lavarini: "Sconfitti a testa alta, ma dobbiamo lavorare sodo"

La delusione per un trofeo che sembrava virtualmente conquistato è ancora percepibile in casa azzurra. Priorità non risentirne per il campionato e la Champions

In casa Igor si fa fatica ad accettare un verdetto che, malgrado fosse giunto contro la squadra più forte in assoluto, è più crudele che mai. Sembrava che le azzurre potessero gestire al meglio il doppio vantaggio nel computo dei set conquistati, ma non è stato così: il ritorno dell'Imoco Volley Conegliano si è rivelato a dir poco portentoso e non c'è stato nulla da fare. La Coppa Italia per la quarta volta, la terza consecutiva, la quarta complessiva, ha preso la strada del Veneto. Il ritorno a casa è stato alquanto mesto per le igorine, che ora dovranno ricaricare a livello mentale le pile per affrontare le altre due competizioni nelle quali sono rimaste in lizza, cioè il campionato e la Champions League.

Riavvolgendo per un'ultima volta il nastro andiamo a leggere le dichiarazioni di alcuni dei protagonisti di una serata amarissima.

Secondo capitan Cristina Chirichella la squadra avrebbe dovuto "mettere in campo qualcosina in più dopo il secondo set, per trovare il break che ci avrebbe potuto portare a chiudere a nostro favore la partita. Abbiamo giocato due set di altissimo livello, lottando poi dopo anche nel resto della partita alla pari contro un avversario fortissimo. Usciamo a testa alta, dobbiamo trasformare anche questa delusione nello stimolo per crescere ancora, perché ritengo che abbiamo ancora margini di miglioramento".

Questo invece il giudizio di coach Stefano Lavarini: "Complimenti a Conegliano, che anche questa volta ha dimostrato di essere superiore, vincendo. Noi abbiamo disputato un’ottima prestazione, ma evidentemente non è ancora sufficiente per superare un avversario come Conegliano, questo nonostante io mi senta di fare comunque i complimenti alle nostre ragazze per quanto fatto. Rispetto alle altre volte, siamo riuscite a tenere il piede sull’acceleratore per l’intera partita, lavoreremo per fare in modo che se non è stata questa la volta buona, possa esserlo la prossima".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Igor Novara, l'amaro day after. Chirichella e Lavarini: "Sconfitti a testa alta, ma dobbiamo lavorare sodo"

NovaraToday è in caricamento