rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Volley

Volley A1 femminile, la Igor compie lo scherzo di Carnevale: Milano espugnata al tie break

Pur senza poter contare su Chirichella e Bosetti le azzurre si superano e possono ora sperare nel secondo posto. L'MVP Akimova: "Vittoria importante per il nostro percorso"

Alla vigilia in pochi ci avrebbero creduto, invece questa Igor Novara insegna a tutti che con lo spirito di gruppo e con la determinazione si può ottenere qualsiasi genere di risultato. Anche vincere in casa dell'Allianz Vero Volley Milano, per tutti la sfidante più accreditata di Conegliano per la conquista dello scudetto (e non solo).

Senza le suddette qualità, viste anche le perduranti assenze di Chirichella (a disposizione ma non impiegata a scopo precauzionale) e Bosetti (ancora indisponibile per problemi al ginocchio, non ci sono ancora certezze sui tempi di recupero), non sarebbe stato possibile portare a termine un'impresa del genere che può essere anche definita come il classico scherzo di Carnevale, dato che si è in tema. 

All'Allianz Cluod è stato grande spettacolo, con le azzurre che si sono imposte al tie break ma con pieno merito, essendosi dimostrate più squadra delle più accreditate avversarie. Due sono i punti raccolti, ma dallo straordinario peso specifico, che potrebbero segnare la svolta definitiva soprattutto sul piano psicologico.

La classifica ora è stimolante: il secondo posto dista solo due lunghezze (con una gara in meno) e questo non può che essere un fattore corroborante in vista dell'importantissima doppia finale di Challenge Cup prevista per la seconda decade di febbraio. 

La partita

Il sestetto iniziale prevede Bosio in regia e Akimova in diagonale, Danesi e Bonifacio centrali, Szakmary e Buijs schiacciatrici e Fersino libero.

Partono meglio le padrone di casa con Heyrman (3-1). Out il primo attacco di Egonu (3-3), non quello di Bajema (5-3). Le azzurre sono decise a combattere e con il muro di Bosio azzerano il gap (10-10). Buijs allunga (11-13), di Sylla la nuova parità (13-13). Milano riesce a mettere il naso avanti con il muro della stessa Sylla ai danni di Akimova (14-13), ma deve fare i conti con la volitiva formazione novarese, che prima con Buijs e poi con un errore in attacco di Bajema scappa ancora (15-18). Sylla però è indemoniata e ricuce lo strappo (23-23), prima dei vantaggi che terminano con l'ace di Szakmary (27-29). 

Rosa chiamate a reagire e che tentano di ripartire con Bajema (4-2). Il muro di Heyrman vale l'11-8. Egonu manda fuori (11-11) ma si rifà con un ace che tocca il nastro e termina nel campo avversario (13-13). Akimova si dimostra tutt'altro che arrendevole e l'equilibrio torna a regnare (13-13). Break Milano con l'errore di Bonifacio (20-17), che poi si riscatta (20-19). La svolta nel finale con il muro di Cazaute (22-19), con l'errore di Akimova che chiude il secondo set sul 25-19. 

La parità ritrovata dovrebbe dare nuovo slancio alle rosa, ma accade l'esatto contrario. Una sequela di errori, uniti alla vena di Bujis e Szakmary, portano il punteggio sul 2-9. Akimova regala a Novara il massimo vantaggio (9-20), ma Egonu infiamma l'Allianz Cloud con alcune pregevoli iniziative (18-24); l'ace di Cazaute fa sperare in un miracolo (19-24), ma il mani out di Szakmary riporta le azzurre avanti (19-25).

Egonu protagonista in avvio di quarto set (5-1), Akimova e Bonifacio sono tutt'altro che arrendevoli (5-6). Sylla commette infrazione di doppio palleggio e si va sul 9-9. Le due squadre ingaggiano un doppio punto a punto fino al colpo di Akimova che significa 14-16. Rettke si accende e dapprima pareggia (17-17), poi sigla un importante allungo (21-18), con il turno in battuta di Cazaute decisivo. Novara tenta di rientrare, ma l'errore al servizio di Bonifacio pone fine alla rincorda (25-22).

Inevitabile il tie break che si apre con il muro di Buijs ai danni di Egonu (2-4). Di Szakmary la serie che porta le azzurre al cambio di campo (5-8). L'ungherese è croce e delizia: dapprima sbaglia un appoggio centrando la rete, poi mette a segno un muro di importanza capitale per le novaresi (11-14). L'errore al servizio di Cazaute chiude la contesa (12-15). 

I commenti dei protagonisti

MVP è risultata Vita Akimova, a cui tocca l'onore di commentare il match: "Per noi è una vittoria molto importante per il percorso in campionato ma devo dire che è stata molto positiva anche la prestazione: ci siamo divertite in campo e penso si sia visto. Credo che abbia fatto la differenza la nostra maggior pazienza in alcune situazioni decisive. Siamo reduci da settimane difficili, abbiamo giocato la nostra miglior partita in un momento in cui era davvero importante farlo e siamo molto contente".

Il tabellino

Allianz Vero Volley Milano - Igor Gorgonzola Novara 2-3 (27-29, 25-19, 19-25, 25-22, 12-15)
Allianz Vero Volley Milano: Cazaute 9, Malual, Heyrman 4, Folie 5, Orro, Prandi ne, Pusic (L) ne, Rettke 11, Bajema 5, Sylla 20, Egonu 28, Daalderop ne, Candi 3, Castillo (L). All. Gaspari.
Igor Gorgonzola Novara: Szakmary 14, Guidi ne, Bosio 3, Bartolucci ne, De Nardi, Buijs 15, Fersino (L), Bosetti (L) ne, Chirichella ne, Danesi 8, Bonifacio 14, Akimova 23, Kapralova ne. All. Bernardi.
MVP Vita Akimova

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley A1 femminile, la Igor compie lo scherzo di Carnevale: Milano espugnata al tie break

NovaraToday è in caricamento