Cronaca

Coronavirus, c’è il nuovo Dpcm: no a spettacoli e concerti fino al 14 giugno

Sì allo sport di base a partire da lunedì 25 maggio

Foto di repertorio

Giuseppe Conte ha firmato. Il Consiglio dei ministri ha emanato poco da il nuovo Dpcm, che è in vigore fino al prossimo 14 giugno a partire da domani, lunedì 18 maggio.

Oltre alle novità già emerse nelle linee guida e quindi alla lenta ripartenza di tutte le attività e la libertà per gli spostamenti nella stessa regione, ciò che rimane assolutamente in vigore è il divieto di assembramento, anche se si apre uno spiraglio per le manifestazioni e per gli appuntamenti culturali.

Sono infatti concesse le manifestazioni pubbliche purché in forma statica con il rispetto delle distanze sociali e delle misure di contenimento; sale teatrali, da concerto, cinematografiche e altri spazi all’aperto che ospitano eventi simili potranno tornare ad accogliere persone a partire dal 15 giugno. Rispettando tutte le norme si potranno accogliere fino a mille spettatori per gli spettacoli all’aperto, fino a 200 al chiuso.

Coronavirus, "Fase 2": ufficializzato il calendario delle riaperture in Piemonte

A porte chiuse, ma via agli allenamenti per atleti professionisti e non professionisti purché rimangano in regione, si possono spostare solo coloro che sono riconosciuti di interesse nazionale dal Coni. Qualche giorno in più di attesa per l’attività sportiva di base: il lavoro nelle palestre, piscine, centri e circoli sportivi può riprendere il 25 maggio. La parola chiave è sempre rispetto delle regole.  

Coronavirus, “Fase 2”: le linee guida per avviare i centri estivi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, c’è il nuovo Dpcm: no a spettacoli e concerti fino al 14 giugno

NovaraToday è in caricamento